Amano la morte – The American Dream

Avete mai conosciuto qualcuno che ama la morte? Essere veramente innamorati della morte, può condurre una persona in un luogo molto buio. Purtroppo, c’è un numero crescente di scienziati, politici e opinion maker globali che credono che dobbiamo ridurre le dimensioni della popolazione umana per il bene del pianeta. Sono convinti che l’umanità stia causando il riscaldamento globale, uccidendo altre specie e rendendo questo pianeta invivibile. Nella loro missione per salvare il futuro del pianeta, stanno diventando sempre più audaci con le loro richieste di controllo della popolazione. Amano la morte perché credono che possa aiutare a salvare la terra. Essi credono che con meno esseri umani in giro, ci saranno meno emissioni di carbonio, meno inquinamento e più spazio per le altre specie. Allora, come sarà raggiunto questo obiettivo? Beh, come potrete leggere nel resto di questo articolo, “aborti post-nascita”, “squadre mobili di eutanasia”, “tecnologia ad ultrasuoni per distruggere lo sperma” e i contraccettivi nell’acqua del rubinetto sono solo alcuni dei modi proposti per ridurre l’attuale numero di esseri umani. Questo odio per la vita e amore per la morte viene insegnato nei college e università di tutto il mondo occidentale, e questa filosofia del controllo della popolazione sta diventando sempre più dominante ogni anno che passa.

Mi rendo conto che l’idea delle “squadre mobili di eutanasia” possa sembrare una cosa uscita da un film di fantascienza, ma la verità è che questo non è solo un concetto “campato in aria”.

Infatti, nei Paesi Bassi, sei squadre mobili di eutanasia stanno andando porta a porta per aiutare i pazienti anziani a mettere fine alla loro vita nel comfort delle loro case.

La seguente descrizione di questo programma viene da un recente articolo su The Independent ….

Il progetto, che ha provocato aspre critiche da parte dei medici, è l’idea brillante dell’associazione olandese Right to Die NL, in gran parte finanziata da donatori. Ne consegue che il governo nel 2002 ha deciso di legalizzare l’eutanasia, rendendo l’Olanda il primo paese al mondo a farlo. Walburg de Jong, una portavoce dell’organizzazione ha detto che, da quando la legge è stata approvata sono stati eseguiti circa 3100 suicidi assistiti ogni anno. Le squadre mobili di eutanasia, ha detto, hanno operato gratuitamente e sono state progettate per rendere più facile per i pazienti che soffrono di dolori cronici porre fine alla loro vita.

Riuscite ad immaginare i vostri nonni che un giorno ricevono una visita da una squadra mobile di eutanasia?

Ma non sono solo gli anziani ad essere presi di mira per la morte.

Due scienziati hanno recentemente fatto notizia in tutto il mondo quando hanno pubblicato un documento che chiedeva la legalizzazione dell”’aborto post-nascita”.

Alberto Giubilini della Monash University di Melbourne, in Australia, e Francesca Minerva dell’Università di Melbourne sono stati co-autori di un articolo sul Journal of Medical Ethics dal titolo “Aborto dopo la nascita: perché il bambino dovrebbe vivere?”

Nel loro documento, essi sostengono che un bambino è solo una “persona potenziale” e che “l’uccisione di un neonato dovrebbe essere consentita in tutti i casi in cui lo è l’aborto, compresi i casi in cui il neonato non è disabile.”

Giubilini e Minerva sostengono che solo perché un bambino è umano non significa che ha qualche diritto. La seguente citazione viene dalla loro relazione ….

“Il semplice essere umani non è in sé un motivo per attribuire a qualcuno il diritto alla vita, infatti, molti esseri umani non sono considerati soggetti di diritto alla vita:. Embrioni avanzati sui quali è consentita la ricerca sulle cellule staminali embrionali, feti dei quali è consentito l’aborto, criminali per i quali la pena capitale è legale “

Giubilini e Minerva credono anche che debba essere data la precedenza  al “peso” posto sulla famiglia e sulla società da un nuovo bambino  quando si tratta di questioni di vita e di morte. Quella che segue è un’altra citazione dalla loro relazione ….

“Educare questi bambini potrebbe essere un peso insopportabile per la famiglia e per la società nel suo complesso … Per questi motivi, il fatto che un feto ha il potenziale per diventare una persona che avrà una vita (almeno)  accettabile non è una ragione per vietare l’aborto. “

Giubilini e Minerva insistono sul fatto che gli “aborti post-nascita” avrebbero un sacco di vantaggi.

Ad esempio, circa un terzo di tutti i bambini con sindrome di Down non vengono diagnosticati nel grembo materno. Gli aborti post-nascita risolverebbero quel “problema”, consentendo alle madri di “mettere fine” a quei bambini dopo che sono nati.

Altri scienziati non sono solo preoccupati di offrire altre “scelte” alle madri più anziane e alle nuove madri. Molti stanno sostenendo l’applicazione di rigorose misure globali per ridurre la popolazione umana per il bene dell’ambiente.

Ad esempio, il Professor Philip Cafaro della Colorado State University ha recentemente pubblicato un documento intitolato “Etica del clima e politica della popolazione”. In tale documento, Cafaro ha dichiarato che gli esseri umani stanno commettendo un “genocidio interspecie” e che pertanto è imperativo ridurre i nostri numeri ….

“Ora gli scienziati parlano di crescenti richieste e di impatti dell’umanità sul globo che danno inizio ad una nuova epoca geologica: L’Antropocene Tale appropriazione egoista e distruttiva delle risorse della Terra può solo essere descritta come genocidio interspecie”

Per Cafaro, arrestare semplicemente la crescita della popolazione umana sulla terra non è sufficiente. Dice che per evitare un “catastrofico cambiamento climatico globale” dobbiamo ridurre “significativamente”  la dimensione della popolazione mondiale ….

“Mettere fine alla crescita della popolazione umana è quasi certamente una condizione necessaria (ma non sufficiente) per impedire un catastrofico cambiamento climatico globale. Infatti, per farlo, può essere necessario ridurre in modo significativo il numero di esseri umani attuali”.

Purtroppo, l’amore per la morte viene ormai diffuso nei college e università americani. Ad esempio, il Professore di Biologia presso l’Università del Texas a Austin Eric R. Pianka una volta ha scritto quanto segue ….

Io non ho alcun rancore nei confronti delle persone. Tuttavia, sono convinto che il mondo, compresa tutta l’umanità, starebbe certamente molto meglio senza tanti di noi.

Il controllo della popolazione è qualcosa nella quale anche Bill Gates sta versando un sacco di finanziamenti. Il seguente estratto viene da un recente articolo di Natural News ….

La vaccinazione di massa non è, a quanto pare, la sola strategia di spopolamento utilizzata dalla Fondazione Bill & Melinda Gates, visto che una nuova ricerca finanziata dall’organizzazione ha sviluppato un modo per distruggere deliberatamente spermatozoi utilizzando la tecnologia ad ultrasuoni. BBC News riporta che la Fondazione Gates ha concesso un finanziamento ai ricercatori della University of North Carolina (UNC) per sviluppare questo nuovo metodo di contraccezione.

Per il loro studio, il team della UNC ha testato gli ultrasuoni su topi da laboratorio e ha scoperto che due dosi di 15 minuti hanno “significativamente ridotto” sia il numero degli spermatozoi che l’integrità degli spermatozoi. Somministrati a due giorni di distanza attraverso l’acqua salata tiepida, gli ultrasuoni hanno causato la diminuzione del numero di spermatozoi dei ratti, sotto i 10 milioni di spermatozoi per millilitro, che è pari a cinque milioni in meno rispetto alla gamma “sub-fertile”, ed è rimasta così per più di sei mesi.

Purtroppo, non sono solo pochi scienziati e opinion maker ad essere ossessionati dalla morte e dal controllo della popolazione.

Come ho scritto in precedenza, le Nazioni Unite continuano a spingere l’Agenda 21 in tutto il mondo. Di seguito è riportato come le Nazioni Unite definiscono l’Agenda 21 ….

L’Agenda 21 è un piano di azione completo da intraprendere a livello globale, nazionale e locale dalle organizzazioni del Sistema delle Nazioni Unite, governi e grandi gruppi in ogni area in cui gli esseri umani hanno un impatto sull’ambiente.

Le Nazioni Unite pubblicano un rapporto dopo l’altro chiedendo una maggiore “governance globale” sull’ambiente. Di seguito un estratto da un recente articolo di Fox News ….

Il rapporto “21 Problemi per il 21° secolo” sul processo di Previsione dell’United Nations Environment Programme (UNEP), è il culmine di due anni di processo deliberativo che ha coinvolto 22 ricercatori di base. Si prevede una notevole attenzione nella fase di preparazione alla Conferenza delle Nazioni Unite Rio+20 sullo sviluppo sostenibile, che si terrà a Rio, in Brasile, nel mese di giugno.

Gli scienziati che hanno scritto il rapporto dicono che esso si concentra sull’individuazione delle questioni emergenti in un contesto globale, e che non si tratta di soluzioni per mandato.

Ma i suoi critici vedono un’agenda nascosta nelle sue 60 pagine, che chiede una revisione completa di come il cibo  e l’acqua del mondo vengono creati e distribuiti – qualcosa che  il rapporto definisce  “urgente” per la razza umana per assicurare l’alimentazione e l’idratazione.

Ma non è solo sul cibo e sull’acqua che le Nazioni Unite vogliono il controllo.

La verità è che le Nazioni Unite sono assolutamente ossessionate dal numero di persone che vivono sul pianeta.

In un recente rapporto dal titolo ” Persone resilienti, Pianeta Resiliente: un futuro che vale la pena di scegliere” le Nazioni Unite hanno messo in guardia sui nostri “stili di vita insostenibili” e sul disastroso impatto della crescita della popolazione ….

Ma allora, che cosa si deve fare se vogliamo fare davvero la differenza per la gente del mondo e per il pianeta? Dobbiamo cogliere le dimensioni della sfida. Dobbiamo riconoscere che a condurre questa sfida sono gli stili di vita sostenibili, la produzione e i modelli di consumo e l’impatto della crescita della popolazione. Poiché la popolazione mondiale crescerà da 7 miliardi a quasi 9 miliardi entro il 2040, e il numero di consumatori della classe media aumenterà di 3 miliardi nei prossimi 20 anni, la domanda di risorse aumenterà in modo esponenziale. Entro il 2030, il mondo avrà bisogno almeno del 50 per cento di cibo in più, del 45 per cento in più di energia e del 30 per cento in più di acqua – tutto in un momento in cui i confini ambientali producono nuovi limiti per le forniture. Questo vale in maniera particolare per il cambiamento climatico, che tocca tutti gli aspetti della salute umana e planetaria.

Ci viene detto costantemente in questi giorni che il problema è che ci sono “troppe persone” e che se ci fossero meno persone le cose andrebbero meglio.

Anche i membri del governo degli Stati Uniti stanno predicando questa filosofia.

Proprio l’altro giorno, il Segretario di Salute e Servizi Umani, Kathleen Sebelius, ha annunciato pubblicamente che il nuovo requisito secondo cui tutti i piani di assicurazione sanitaria copriranno sterilizzazioni e contraccettivi sarà un bene per i datori di lavoro e per le assicurazioni sanitarie, perché vorrà dire meno nascite. Ha sostenuto che i risparmi derivanti da un minor numero di persone nate compenseranno largamente la spese delle sterilizzazioni e dei contraccettivi.

Sebelius ha detto al Congresso quanto segue Giovedi ….

“La riduzione del numero delle gravidanze compensa il costo della contraccezione”

Anche altri membri dell’amministrazione Obama stanno predicando il vangelo del controllo della popolazione. Il Segretario di Stato americano Hillary Clinton ha persino dichiarato che il controllo della popolazione sarà un “punto centrale” della politica estera degli Stati Uniti d’ora in poi.

Abbiamo un innamorato della morte anche alla Casa Bianca. Il principale consigliere scientifico di Barack Obama, John P. Holdren, una volta  ha scritto quanto segue ….

“Un programma di sterilizzazione delle donne dopo il loro secondo o terzo figlio, nonostante la difficoltà relativamente maggiore rispetto alla vasectomia, potrebbe essere più facile da attuare rispetto al tentativo di sterilizzare gli uomini.

Lo sviluppo di una capsula sterilizzante a lungo termine che potrebbe essere impiantata sotto pelle e rimossa quando si desidera una gravidanza, apre ulteriori possibilità per il controllo coercitivo della fertilità. La capsula può essere impiantata durante la pubertà e potrebbe essere rimossa, con un permesso ufficiale, per un numero limitato di nascite “.

Quella citazione dovrebbe farvi sentire un brivido nelle ossa.

In America oggi, la vita è considerata a buon mercato, e questo è particolarmente vero se, in qualche modo, sono presenti “disabilità” o “difetti”.

Presso un ospedale degli Stati Uniti, ad una bambina di 3 anni di nome Amelia è stato recentemente negato un trapianto di rene perché considerata “ritardata mentale”.

Come vi sentireste se fosse vostra figlia?

Purtroppo, la società continua ad allontanarsi dall’idea che la vita è un valore in sé e merita di essere conservata.

In realtà, molti importanti opinion maker globali stanno chiedendo apertamente una drastica riduzione del numero di esseri umani.

Il fondatore della CNN Ted Turner ha detto una volta quanto segue ….

“Una popolazione totale di 250-300 milioni di persone, un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale”.

Per molte altre scioccanti citazioni sul controllo della popolazione, da parte di scienziati, politici e importanti opinion maker a livello mondiale, basta controllare questo articolo che ho pubblicato in precedenza.

Il mondo sta diventando un luogo molto crudele.

Quelli che sono in cima guardano dall’alto in basso il resto di noi come se fossimo degli animali nocivi che devono essere sterminati.

Sempre più spesso, questa patologica agenda per il controllo della popolazione viene predicata nei media mainstream. Per esempio, basta controllare quello che il redattore della pagina editoriale del The Detroit News ha detto che dovrebbe essere fatto in Michigan ….

Dal momento che l’attenzione nazionale è concentrata sul controllo delle nascite, ecco la mia idea: se vogliamo lottare contro la povertà, ridurre il crimine violento e far scendere il nostro imbarazzante tasso di abbandono, dovremmo scambiare contraccettivi con fluoro nelle acque potabili del Michigan.

Abbiamo un problema infantile in Michigan. Troppi bambini sono nati da genitori immaturi che non hanno le competenze per farli crescere, troppi vengono dati in affido da donne povere che non se li possono permettere, e troppi vengono procreati da miseri fannulloni  che diffondono il loro seme stupidamente, e poi si allontanano dalle conseguenze.

I problemi sociali del Michigan e gli enormi costi ad essi connessi non diminuiranno fino a quando non  comprenderemo la responsabilità riproduttiva.

Egli propone seriamente di mettere contraccettivi nella nostra acqua potabile?

Come può la gente essere così contorta?

Purtroppo, come ho detto prima, questa filosofia viene incessantemente predicata in migliaia di college e università di tutto il mondo.

Gli psicopatici che aderiscono a questa filosofia amano la morte e sono ossessionati dal controllo della popolazione della terra.

Continuano solo a  spingere la loro agenda, di più e sempre di più.

Sono veramente convinti di dover ridurre i nostri numeri, al fine di salvare il pianeta.

Ma nel loro entusiasmo di “salvare la terra” possono portarci in un luogo molto, molto buio.

Fonte: The American Dream
Traduzione: Anna Moffa per ilupidieinstein.blogspot.com

Fonte:http://ilupidieinstein.blogspot.it/2012/03/amano-la-morte.html
Questa voce è stata pubblicata in Agenda 21, Controllo demografico, Ecologia, Eutanasia, ONU, Segni dei tempi. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento