Russia: gli attacchi dell’Occidente alla Siria non rimarranno senza conseguenze

Risultati immagini per attacchi USA alla Siria

L’ambasciatore russo a Washington, Anatoli  Antonov, ha avvisato che l’attacco da parte di USA, Francia e Regno Unito non rimarrà senza conseguenze, come da una nota pubblicata dall’ambasciata russa.

Tutta la responsabilità degli attacchi e le conseguenze ricadono su Washington, su Londra e su Parigi, come risulta inammissibile insultare il presidente della Russia, ha scritto l’ambasciatore.

Antonov ha reagito in questo modo a seguito dell’attacco scatenato dalla coalizione diretta dagli USA contro la Siria, sulla base della provocazione e montatura predisposta dai ribelli jihadisti sostenuti dai paesi occidentali. I governi occidentali hanno attribuito alla responsabilità del governo di Bashar al-Assad l’episodio, senza avere alcuna prova concreta, nell’abituale sistema di Washington di fabbricare un pretesto falso per attaccare un paese sovrano, sistema già visto in Iraq, in Libia ed in altri paesi aggrediti da Washington.

Le forze russe e siriane hanno sostenuto di aver abbattuto una buona parte dei missili lanciati sugli obiettivi siriani ma alcune esplosioni si sono registrate anche nell’area urbana di Damasco.

Rispetto a questo attacco Antonov ha dichairato che i menzionati paesi occidentali non hanno ascoltato le avvertenze di Mosca nel momento di attuare il loro attacco che risulta già pianificato da tempo.

Stessa dichiarazione anche dal ministro degli esteri russoSerguei  Lavrov il quale aveva illustrato come tutta l’operazione di Douma dell’attacco chimico era stata una provocazione utilizzata come pretesto.

L’attacco unilaterale attuato dalle potenze occidentali non rimarrà senza conseguenze, hanno dichiarato i rappresentanti del Governo russo.

 Hispan Tv

Traduzione: Sergei Leonov

Fonte:https://www.controinformazione.info/russia-gli-attacchi-delloccidente-alla-siria-non-rimarranno-senza-conseguenze/

 

Questa voce è stata pubblicata in Conflitti, Francia, Gran Bretagna, Russia, Siria, Stati Uniti. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento