Le Scienze” e la ‘fine del sesso’: il mondo nuovo è già in mezzo a noi – di Enzo Pennetta

Dopo aver confermato che si può parlare di rapporti sessuali solo quando potenzialmente fecondi, il libro pubblicato da Le Scienze passa a mostrare come inevitabile lo sviluppo della riproduzione umana verso l’eugenetica, la fecondazione extracorporea e la gestazione artificiale.

Il Mondo nuovo è già in mezzo a noi, ma non ancora compiuto.

.Risultati immagini per Le Scienze  fine del sesso

Dopo aver dato un dispiacere alle rivendicazioni LGBTQ ecc… affermando che si può parlare di sesso solamente se c’è possibilità di fecondazione, come visto nell’articolo precedente, il libro proposto da Le Scienze passa a mostrare il perché di tale presa di posizione.

Il motivo è sorprendente, infetti si definisce il sesso solo per poterlo subito dopo negare, per l’autore del libro, H.T. Greely, il futuro porterà a superare il modo tradizionale di riprodursi, a cominciare dal fatto che le tecniche di fecondazione assistita da pratiche per risolvere i problemi d’infertilità dovrebbero diventare la norma. Il motivo per cui la fecondazione assistita dovrebbe diventare la via normale per riprodursi viene individuata nella possibilità di effettuare diagnosi preimpianto economiche (PGD) e quindi nella possibilità di eliminare embrioni portatori di malattie.

Si tratta di eugenetica pura, un termine che secondo Greely è stato troppo caricato di valenze negative per colpa del nazismo che praticandola l’ha messa in cattiva luce. Una volta detto chiaramente che la diagnosi preimpianto dovrà al più presto essere praticata come normale procedura si passa ad analizzare quali possono essere gli ostacoli verso tale pratica e, a parte quelli culturali e religiosi, il principale viene individuato nella dolorosa e poco salutare pratica del prelievo dei gameti femminili dalle ovaie. Altra ammissione inaspettata: la ‘donazione’ degli ovuli non fa bene alla salute delle donatrici.

Ma l’ostacolo rappresentato dalla difficoltà di ottenere cellule uovo potrà presto essere superato dalla possibilità di ottenere gameti dalle cellule staminali o perfino da cellule della pelle, come mostrano studi fatti ovviamente per curare l’infertilità, non per scopi eugentici… e adesso, molto opportunamente, salta fuori uno studio che dichiara che gli spermatozoi prodotti da ogni singolo uomo sono dimezzati negli ultimi 40 anni, quale migliore motivo per dare una spinta alla produzione alternativa di spermatozoi e cellule uovo?

La produzione di gameti da cellule della pelle renderà quindi obsoleta a vecchia distinzione tra maschi e femmine in quanto dalla pelle si potranno ottenere sia cellule uovo che spermatozoi, quindi tutti saremo potenziali ermafroditi, il dispiacere dato in precedenza alla causa LGBTQ+ viene adesso ripagato con questo  regalo.

Una volta risolti problemi legati alla produzione di cellule uovo e resa economicamente conveniente anche questa fase, rimane da sistemare la questione della gravidanza, su questo Greely deve essere però dirsi pessimista e ritenere che non sarà facile costruire un ventre materno artificiale, per questo bisognerà puntare molto verso la maternità surrogata che però, secondo l’autore, ha come inconvenienti di dover dipendere da persone potenzialmente inaffidabili, insomma il problema non è lo sfruttamento del corpo di donne bisognose ma il fatto che queste siano spesso poco serie.

Fatti questi passi sarà finalmente separato l’erotismo dalla riproduzione e il costo del welfare scenderebbe per la diminuzione di persone malate circolanti. Ma inevitabilmente avvisa il libro, si finirà con lo scegliere le caratteristiche più desiderabili per il figlio, non solo salute ma intelligenza, aspetto e attitudini potrebbero essere selezionate aprendo la strada alla ricerca di una razza superiore.

Questo ricorda troppo il nazismo? No, siete voi che vi sbagliate, quella era una biasimevole pratica disumana, quelle stesse cose sono ora la realizzazione del desiderabile “Mondo nuovo”.

Fonte:https://www.enzopennetta.it/2017/08/le-scienze-e-la-fine-del-sesso-il-mondo-nuovo-e-gia-in-mezzo-a-noi/

Questa voce è stata pubblicata in Controllo demografico, Enzo Pennetta, Eugenetica, Infanzia, Società, Tecnica, Scienza e Medicina. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento