Gli effetti dell’euro, da €uroinomani 06/07/2015 – Diego Fusaro

Quando Diego Fusaro riporta il passo dantesco: “Usura che offende divina bontade” riteniamo tocchi la vera radice dei problemi che affliggono le popolazioni di pressoché tutto il mondo. Per quanto le critiche riguardanti l’adozione dell’Euro siano totalmente condivisibili perché il suo uso imposto al Vecchio Continente ha portato al disastro che si ha modo di constatare, sopratutto nei paesi del sud Europa, per comprendere l’effettiva “origine” del problema monetario, così come quella di altri mali che afliggono l’Occidente moderno, è necessario risalire alla   sua origine e non fermarsi alle indicazioni superficiali della “gran cassa” mediatica che come un apprendista stregone, all’unisono dissemina volutamente (1) ogni sorta di tagliole nel tentativo di impedire il raggiungimento di una benché piccola parte di Verità. Fare sacrifici per le banche è cosa terribilmente grottesca in quanto salva e mantiene in cinta un apparato preposto a dissanguare le popolazioni e annichilirle. E il fatto che essa, quando proferita, non susciti l’indignizazione delle genti la dice lunga sugli effetti della propaganda mediatica rispetto alla mentalità dell’uomo comune: anch’essa, come il denaro, creata dal nulla.

Note

1 – “Potete ingannare tutti per qualche tempo e qualcuno per sempre, ma non potete ingannare tutti per sempre”, Abraham Lincoln.

 

Questa voce è stata pubblicata in A&B, Autori, Corporation, Debito, Economia & Finanza, Euro, Europa, Neoliberismo, Riserva frazionaria, Signoraggio, Sistema bancario, Video. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento