BAGNAI AL SENATO: GLI ITALIANI SONO STUFI DELLE LEZIONCINE

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Debito, Economia & Finanza, Euro, Francia, Italia | Lascia un commento

Distinzioni insignificanti

Risultati immagini per Pierre Joseph Proudhon
“La distinzione tra banchiere e usuraio è puramente nominale.“

Pierre Joseph Proudhon

Pubblicato in "detto fuori dai denti" | Lascia un commento

Giulietto Chiesa: L’Europa di Bruxelles ha dichiarato guerra all’Italia

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Debito, Economia & Finanza, Euro, Europa, FMI, Italia, Poteri forti, Propaganda, Sistema bancario, Video | Lascia un commento

CNBC: Lasciate in pace l’Italia! L’UE vuole l’austerità fiscale da un’economia che affonda – di Henry Tougha

Risultati immagini per UE vuole l’austerità fiscale

CNBC, uno dei media mainstream americani, dà spazio a un articolo aspramente polemico verso i vertici UE, colpevoli di aver fomentato un inutile dissidio col governo italiano che propone una manovra economica appena moderatamente espansiva. Contrariamente alla nostra vulgata giornalistica, questo articolo addita proprio la commissione UE come colpevole dello “spread” che ha fatto seguito al braccio di ferro sulla manovra. È infatti inconcepibile, per gli americani, che nelle circostanze attuali la UE si ostini sull’applicazione di un’austerità fiscale che si è già dimostrata irrimediabilmente fallimentare. Nel frattempo altri grandi paesi, come la Francia e la Spagna, continuano ad accumulare deficit di bilancio tranquillamente maggiori di quello italiano senza dare adito ad alcun dibattito. L’articolo parteggia apertamente per l’Italia, nonostante nel finale proponga un’immagine idealizzante del “progetto” europeo. Continua a leggere

Pubblicato in Agenzie di rating, Autori, Debito, Economia & Finanza, Euro, Europa, FMI, Germania, Italia, Neoliberismo, Sistema bancario | Lascia un commento

La virtù non nasce dalle ricchezze…

Risultati immagini per Platone

Io vado intorno facendo nient’altro se non cercare di persuadere voi, e più giovani e più vecchi, che non dei corpi dovete prendervi cura, né delle ricchezze né di nessun’altra cosa prima e con maggiore impegno che dell’anima in modo che diventi buona il più possibile, sostenendo che la virtù non nasce dalle ricchezze, ma che dalla virtù stessa nascono le ricchezze e tutti gli altri beni per gli uomini, e in privato e in pubblico.


(Apologia di Socrate)

Platone

Pubblicato in "detto fuori dai denti" | Lascia un commento

IL PIANO CONTRO IL GOVERNO – Valerio Malvezzi

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Economia & Finanza, Neoliberismo, Video | Lascia un commento

COME FANNO A PRIVATIZZARE TUTTO: IL SACCO DELLA GERMANIA DELL’EST – Vladimiro Giacchè

Pubblicato in Documenti, Economia & Finanza, Germania, Privatizzazioni, Propaganda | Lascia un commento

Cronologia della crisi 2007–2012: come la shock-terapia dell’euro fu introdotta in europa – di federiconero

Una pregevole ricostruzione della crisi, dal suo primo inizio negli USA alla pesante ricaduta nell’Eurozona, che mostra in maniera precisa e puntuale  come  la ricetta della shock economy è stata applicata con successo anche in Europa, la culla dello stato sociale  che doveva essere smantellata per lasciar spazio a un capitalismo assoluto senza freni.

di Mario D’Aloisio per Kappa di Picche

Risultati immagini per shock-terapia dell’euro

La storia dell’euro è inizialmente quella di un accumulo spropositato di debito privato, soprattutto estero, nei paesi investiti dal fenomeno del credito facile, il preludio all’esplosione di una bomba ad orologeria.
Credito per lo più tedesco e francese, elargito senza problemi, dietro la garanzia del cambio fisso, quello che non si svaluta ed assicura il creditore. Ma per il “sudden stop”, l’arresto improvviso del flusso di capitali, era solo una questione di tempo.

In molti ne avevano pregustato gli effetti disastrosi che avrebbero reso il politicamente impossibile, di friedmaniana memoria, politicamente inevitabile. Sicché, quando Lehman Brothers saltò per l’aria, portandosi dietro le banche di mezzo mondo, la shockterapia dell’euro ebbe modo di consolidarsi nella sua accezione più devastante e fulminea.

Passi rapidi, anzi rapidissimi, che colsero di sorpresa milioni di cittadini europei. Di lì a poco l’Europa non sarebbe stata più la stessa. Poco dopo i primi crolli di borsa, le banche congelarono infatti tutti i crediti, per tentare di mantenere la loro solvibilità. L’economia mondiale si interruppe bruscamente. Il momento tanto atteso era arrivato. In Europa i capi di governo di Germania, Francia, Gran Bretagna e Italia si incontrarono a Berlino assieme ai Presidenti di Commissione europea, Eurogruppo e BCE per trovare una soluzione coordinata alla crisi bancaria. Continua a leggere

Pubblicato in Autori, Debito, Deregolamentazione, Documenti, Economia & Finanza, Euro, Europa, FMI, Neoliberismo, Privatizzazioni, Sistema bancario | Lascia un commento

“I mercati insegneranno agli italiani come votare”. Parola di commissario “tetesco”

Risultati immagini per Gunther Oettinger

Non fosse bastato il colpo di Sergio Mattarella, ora intervengono direttamente i boss della Commissione Europea a spiegare che non solo “la sovranità” appartiene ormai ai mercati globali, ma anche il diritto di voto individuale deve essere reimpostato integralmente.

A spiegarlo – secondo quanto anticipa su Twitter il giornalista Bernd Thomas Riegert, che ha intervistato il Commissario Ue a Strasburgo per l’emittente Dwnews – è il commissario europeo al Bilancio, non a caso tedesco, Gunther Oettinger: “I mercati insegneranno agli italiani a votare nel modo giusto“. Ossia come dicono loro, altrimenti non vale più…

Nel suo delirio di onnipotenza come portavoce dei “mercati” – con cui intrattiene probabilmente rapporti continui, vista la straripante presenza di lobbisti legali a Bruxelles e Strasburgo – Oettinger si lascia addirittura sfuggire i dettagli di una strategia intenzionale concordata tra Unione Europea e “mercati”: “Lo sviluppo negativo dei mercati porterà gli italiani a non votare più a lungo per i populisti“. E’ bene sapere che in questo termine, a Bruxelles, si identificano sia alcuni partiti di destra, sia o forse soprattutto quelli di sinistra, a cominciare dalla sempre più forte France Insoumise, capace di raggiungere il 10,6% alle elezioni presidenziali ed essere al centro delle mobilitazioni popolari contro Macron che stanno scuotendo la Francia da oltre un mese.

E ancora: «Le regole sono chiarissime: i criteri del nuovo indebitamento e dei debiti complessivi vanno rispettate. Se questo non accade ci saranno colloqui molto seri. Anche il governo greco alla fine si è attenuto ai diritti e ai doveri dell’eurozona». Poi, in serata, nell’orgia di “precisazioni” messa in moto dai vertici europei e dal sistema dei media, ha chiosato con ancora maggiore puntualità: “La mia preoccupazione, la mia speranza, è che nelle prossime settimane l’andamento negativo dei mercati, dei titoli di Stato e dell’economia italiana in generale, possano essere così incisivi da fornire un’indicazione per gli elettori di non votare i partiti populisti di destra e di sinistra.” Continua a leggere

Pubblicato in Agenzie di rating, Autori, Corporation, Debito, Deregolamentazione, Economia & Finanza, Euro, Europa, FMI, Italia, Neoliberismo, Privatizzazioni, Sistema bancario | Lascia un commento

Sul sapere…

Risultati immagini per Aristotele

“Noi reputiamo di sapere, solo quando siamo riusciti a discernere le cause.“

Aristotele

Pubblicato in "detto fuori dai denti" | Lascia un commento