Il saggio esige il massimo da sé…

Risultati immagini per Confucio

“Il saggio esige il massimo da sé, l’uomo da poco si attende tutto dagli altri.”

 Confucio

Pubblicato in "detto fuori dai denti" | Lascia un commento

PTV News – 21.09.18 – Mosca risponde duramente all’abbattimento dell’aereo in Siria

Pubblicato in Conflitti, Israele, Russia, Siria, Video | Lascia un commento

La storia della conquista degli USA da parte dei Neocon – di Saker

Risultati immagini per neocon

Prefazione del Saker: i quattro articoli seguenti, riuniti qui in uno solo, sono un’eccezione alla regola del Saker, cioè quella di non ripubblicare nel blog  articoli già pubblicati in passato. In questo caso, su richiesta di Paul Fitzgerald e Elizabeth Gould, ho deciso di fare un’eccezione per l’importanza e l’interesse del tema trattato: le origini del movimento Neoconservatore. Sono particolarmente grato a Paul e Elizabeth,  che hanno accettato la mia richiesta di rimuovere le restrizioni originali del copyright su questo materiale per consentirne la pubblicazione sul blog del Saker. L’analisi che hanno scritto, propone un approfondimento molto prezioso sulle radici e sulla storia del fenomeno Neocon.

Parte 1 – L’imperialismo americano porta il mondo verso la visione dell’Inferno di Dante

Risultati immagini per Le Porte dell’Inferno” di Gustave Doré

“Le Porte dell’Inferno” di Gustave Doré per l’ “Inferno” di Dante.

Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate.

– Dante, “Divina Commedia,” Inferno (Parte 1), Canto 3, Verso 9

Prima che i missili Tomahawk comincino a volare tra Mosca e New York, gli Americani dovrebbero auto-informarsi meglio e più velocemente sulle forze e sulle persone che affermano che la Russia abbia coperto [in inglese] l’attacco chimico da parte del Governo siriano contro il proprio popolo.  La prova non sembra aver più importanza nella corsa per trasformare ulteriormente il mondo nella visione dell’Inferno di Dante: sono diventate sufficienti le accuse mosse da fonti anonime e false, basate su vere e proprie truffe. La paranoia e la confusione di Washington hanno una incredibile somiglianza con gli ultimi giorni del Terzo Reich, quando la leadership a Berlino era diventata completamente scollata dalla realtà . Le tensioni si sono sviluppate sin dall’autunno con le accuse che i media russi abbiano interferito [in inglese] nelle nostre elezioni presidenziali e che costituiscono una crescente minaccia alla sicurezza nazionale americana. L’ultimo comunicato [in inglese] di WikiLeaks ha fortemente insinuato che c’erano degli hacker sotto contratto con la CIA, e non i Russi, dietro la fuga di notizie riguardanti le email della Clinton. Gli Stati Uniti hanno una tradizione di lunga data nell’accusare [in inglese] gli altri di cose che non hanno fatto e nel diffondere notizie false per dare sostanza alle accuse, con la finalità di fornire una motivazione per la guerra. Il lavoro dei servizi segreti di controspionaggio è disinformare il pubblico e condizionare l’opinione pubblica, e questo è ciò che è. L’attuale campagna governativa statunitense per diffamare la Russia su ogni cosa che fa, ha tutti i segni di una classica campagna di disinformazione ma questa volta ancora più folle.

Considerato che Washington ha messo Russia, Cina e Iran nella sua lista nera degli anti-globalisti da cui nessuno è autorizzato a sfuggire, non dovrebbero sorprendere le accuse lanciate contro di loro.  Ma l’accusa  ai Russi di minare la democrazia americana e di interferire in un’elezione, equivale a un atto di guerra [in inglese], che semplicemente non si potrà cancellare. Questa volta gli Stati Uniti non stanno demonizzano un nemico ideologico (l’URSS) o religioso (al Qaeda, ISIS, Daesh ecc.). Di questa ultima avventura nella più buia propaganda ne stanno facendo invece una guerra di razza, come i Nazisti nel 1941 fecero dell’invasione della Russia una guerra di razza, una guerra che gli Stati Uniti non possono giustificare o vincere.

Il livello e la veemenza della recente campagna di disinformazione sono andati via via crescendo. Ma il pubblico americano ha vissuto per così tanto tempo in un contesto culturale di notizie false (precedentemente definito propaganda) che molti sono cresciuti accettandole [in inglese] proprio come se fossero vere. George Orwell aveva previsto che sarebbe successo ed ora è così. Come grande sostenitore dell’intervento militare statunitense a Cuba e noto praticante [in inglese] della cosiddetta “stampa gialla” [stampa scandalistica], nel 1897 William Randolph Hearst rimproverò [in inglese] l’illustratore che aveva inviato a Cuba e che non aveva trovato nessuna guerra da illustrare, dicendo “Tu dammi le immagini e io ti darò una guerra”. Hearst alla fine ha ottenuto la sua guerra e l’esperimento americano sull’imperialismo è cominciato [in inglese]. Continua a leggere

Pubblicato in Autori, Conflitti, Geopolitica, Politica, Propaganda, Russia, Stati Uniti | Lascia un commento

Diego Fusaro: Gli araldi del mercato finanziario sanzionano l’Ungheria di Orban

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Ungheria, Video | Lascia un commento

Fiat money

Risultati immagini per Ezra Pound
“La banca trae beneficio dall’interesse | su tutta la moneta che crea dal nulla“ Canto XLVI

Ezra Pound

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Sistema bancario | Lascia un commento

LE FALLE NEL SISTEMA – Alberto Micalizzi

Pubblicato in Economia & Finanza, Neoliberismo, Sistema bancario, Video | Lascia un commento

Gli effetti della “cura Trump” sul sistema mondiale. Altra deflazione – di Maurizio Blondet

Risultati immagini per dollari

Impressionante la quantità e  qualità tecnologica  dei prodotti che l’America importa dalla Cina (per 507 miliardi di dollari l’anno) e  che ora colpisce con dazi.   Mica riso e soya. Ai primi posti ci sono smartphone,  computer, schermi,  lettori ottici e magnetici, memorie elettroniche, circuiti integrati, microscopi e telescopi.  Seguono stampanti,  elettrodomestici di ogni tipo e complessità,  dall’aspirapolvere al ventilatore.  E ancora:  macchinari meccanici, pistoni per diesel, scatole del cambio e trasmissione, valvole a controllo termostatico,  turbogetti, altre turbine a gas,  refrigeratori da negozio, presse, macchina per forgiare e  laminare metalli….e ovviamente  vestiti, scarpe, auto, pneumatici, qualunque oggetto in plastica, yacht a vela,  giù fino ai pesci d’acquario e  le cosce di rana: tutto per 193  fittissime  pagine in formato pdf.

(Potete farvene un’idea agghiacciante   cliccando sul geniale sito animato qui:

https://qz.com/1232833/explore-all-506-billion-in-goods-that-the-us-imported-from-china-in-2017/)

Un elenco che mostra la misura mostruosa della de-industrializzazione  americana ed occidentale, e l’immane regalo che i globalisti  e finanzieri fecero alla Cina, spalancandole il commercio mondiale  esentasse senza esigere che aprisse agli scambi anche la sua moneta – sicché ha esportato con moneta svalutata, facendo un dumping colossale non solo coi suoi salari bassi ma  con lo yuan a corso forzoso di Stato, mentre sfornava  ogni anno 2 milioni di ingegneri capaci di impadronirsi delle  alte tecnologie nate in Usa ed Europa.

Le misure che adesso prende Trump (ammesso che non torni indietro)  doveva prenderle un presidente americano 30 anni fa, Bill Clinton. Perché i dazi  contro le merci cinesi hanno senso, se  al suo riparo l’America è capace di sviluppare le industrie nazionali di  sostituzione. Ci riesce? A giudicare dalle vociferanti lamentele  degli industriali e persino dei lavoratori,  che lavorano su materie prime o semilavorati esteri, pare di no. Continua a leggere

Pubblicato in Cina, Debito, Economia & Finanza, Maurizio Blondet, Neoliberismo, Sistema bancario, Stati Uniti | Lascia un commento

Di Maio: adesso con Ue linea dura.

Pubblicato in Italia, Politica, Società, Video | Lascia un commento

L’uguaglianza

Risultati immagini per aristotele
 „Gli inferiori si ribellano per ottenere l’uguaglianza e coloro che hanno ottenuto l’uguaglianza si ribellano per ottenere dei privilegi.“

Aristotele

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Autori | Lascia un commento

Giulietto Chiesa: Nuova gravissima provocazione israeliana aereo russo abbattuto, 15 morti.

Pubblicato in Conflitti, Israele, Russia | Lascia un commento