Microchip sotto pelle (RFID): controllati dal totalitarismo della biopolitica – Diego Fusaro

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Diego Fusaro, Economia & Finanza, Poteri forti, Segni dei tempi, Società, Tecnica, Scienza e Medicina, Transumanesimo, Video | Lascia un commento

Il nuovo trattato franco-tedesco sarà firmato il 22 gennaio. L’asservimento dell’Italia. – di Maurizio Blondet

Risultati immagini per Macron  e Angela Merkel

Apparentemente  sembra un progetto perdente: la UE cade a pezzi, la Brexit, la Francia  in insurrezione,  il gruppo di Visegrad,  gli economisti di Berlino  che parlano di una uscita dall’euro… Ma non è affatto detto  che non  basti (e avanzi) per  inserire l’Italia come terra subalterna e paese di spoliazione nel Progetto di metamorfosi dell’UE  che rapidissimamente stanno concludendo Macron  e Angela Merkel, e che firmeranno già il 22 gennaio:  il Trattato Franco-Tedesco di  Aix-La –Chapelle.

Questo trattato è, né più né meno, la  “fusione” dei due paesi e prime economie della UE in un blocco unito. Sancisce la convergenza di Francia e Germania in “politica estera, difesa, sicurezza interna ed estera, diplomazia,  giustizia, polizia,   politica energetica, ricerca, persino esportazione  di armamenti”. Continua a leggere

Pubblicato in Economia & Finanza, Europa, Francia, Germania, Maurizio Blondet | Lascia un commento

SOVRANISMO? NO, SOVRANITÀ! – di Diego Fusaro

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Diego Fusaro, Propaganda, Società, Storia, Video | Lascia un commento

La Manipolazione dei Media: come il sistema ci tiene sotto shock! – di Enrica Perucchietti

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Propaganda, Società, Video | Lascia un commento

Ma cos’è questa crisi? – di Roberto Pecchioli

Risultati immagini per banca

Non c’è niente di nuovo sotto il sole. Così pensavamo ascoltando un amico intento a fornire il suo parere sui problemi del mondo e le prospettive per l’anno che inizia. Notavamo amaramente che le uniche previsioni che davvero interessano sono quelle economiche e finanziarie. Ha vinto la ragione strumentale, il tornaconto, o, per dirla in modo più dotto, la filosofia della prassi. Senza principi, privati di valori, tutto diventa pura prassi, basata sui rapporti di forza.

Unica fiamma accesa resta quella della ragione economica, che porta il nostro conoscente a reagire infastidito all’obiezione che il futuro non ha come unico orizzonte il denaro, l’economia, il mercato. Nulla gli importa, come alla maggioranza, dei perché, né vuol sentire parlare di immigrazione, della bomba demografica della denatalità, di crollo dei principi etici, della famiglia che si sfalda, dell’egoismo di massa, del declino del sentimento religioso, tanto meno della necessità di promuovere cambiamenti sociali orientati dal senso morale. No, per il buon cittadino postmoderno esiste un unico destino, quello dell’economia, un’unica crisi lo preoccupa, quella che può incidere sul suo portafogli. A pochi importa di essere, l’essenziale è avere. Continua a leggere

Pubblicato in Corporation, Debito, Economia & Finanza, Neoliberismo, Privatizzazioni, Sistema bancario | Lascia un commento

“La Matrix Europea” – Francesco Amodeo | Notizie Oggi Lineasera

Pubblicato in Corporation, Debito, Documenti, Economia & Finanza, Europa, Goldman Sachs, Italia, Privatizzazioni, Sistema bancario, Stati Uniti, Video | Lascia un commento

Bernard-Henri Levy e la rivolta “corretta”

Bernard Henri Lévy sera l’invité du Campus francophone  du Collège Académique de Netanya le 17 juin 2018

I media occidentali amano parecchio le rare e scarse azioni di protesta da parte degli oppositori russi. Hanno diffuso la foto dei gioiosi studenti che si facevano i selfie all’interno del furgone della polizia, o del poliziotto che porta via da una manifestazione una ragazza sorridente e l’accompagna diligentemente prendendola dallo zaino, così come i grandi articoli sulla repressione da parte del regime totalitario in Russia. Seguono anche appelli concitati di varie figure europee con la richiesta di garantire “il diritto ai cittadini di protestare”. In Francia già da alcune settimane sono scoppiati gravi scontri tra i contestatori dei “Gilet Gialli[in inglese] e la polizia. Qui c’è tutto: lacrimogeni, manganelli, proiettili di gomma, arresti di massa, idranti e feriti gravi tra i manifestanti. Però niente selfie nel furgone della polizia, e nessun appello alle autorità francesi da parte dei leader stranieri, con la richiesta di tenere sotto controllo la polizia. Solo Maria Zakharova [in inglese],  rappresentante del Ministro degli Affari Esteri Russo, ha sollecitato Parigi a “trattenersi dall’uso eccessivo della forza”. Continua a leggere

Pubblicato in "detto fuori dai denti", Conflitti, Francia, Rivoluzioni colorate | Lascia un commento

BUON ANNO NUOVO, PRESIDENTE – di Maurizio Blondet

Risultati immagini per bashar al assad chiesa siriana

La notte  di Natale, quando due caccia  israeliani hanno attaccato la Siria (dallo spazio aereo libanese e “coprendosi” dietro due aerei civili), miravano ad  eliminare, insieme a dirigenti Hezbollah, il generale iraniano Qassem Suleimani  il genio militare, bersaglio abbastanza prezioso da rischiare la contraerea siriana ora fornita di S-300.

L’ultima aggressione israeliana è stata peggio che un flop

Non solo hanno fallito il bersaglio; non solo le informazioni d’intelligence sulla base delle quali hanno rischiato il colpo, erano false; ma la loro censura non ha potuto tener segreto il fatto che un missile siriano era penetrato in profondità nel sacro territorio di Sion –  per il fatto che i “coloni” sionisti occupanti una vasta area fra Adera, Cesarea, Akiva e Binyamina, al suono delle sirene d’allarme, sono stati costretti a sotterrarsi nei bunker dove sono rimasti per ore senza elettricità, mentre si spandeva l’odore dell’esplosivo. Doveva essere un missile piuttosto potente,dato che per molti nella zona ha fatto l’effetto di “un terremoto”.   Continua a leggere

Pubblicato in Israele, Religione, Siria | Lascia un commento

VIA I SOLDI DALL’ONU #LIGHTBLU 14

Nel mondo serpeggia ormai poca fiducia nell’ONU e anche l’Italia, dopo Trump, taglia i contributi alle Nazioni Unite. E poi i guai di Macron, tra i gilet gialli e gli scandali del suo braccio destro Benalla; i sindacati che lottano contro il governo, ma assecondano le multinazionali dei supermercati; i vaccini ancora in prima pagina (e oltre al Corvelva c’è anche l’antipolio); infine, buone notizie dall’India, che finalmente abolisce l’utero in affitto. Di tutto questo parla la LightBlu di questa sera: le notizie che a qualcuno piacerebbe fossero false!

Pubblicato in "detto fuori dai denti", ONU, Video | Lascia un commento

Sabra e Shatila: Le carte segrete – di Jeremy Salt

 

Sabra e Shatila, settembre 1982, rappresentano una delle peggiori atrocità della storia moderna. 3500 palestinesi furono massacrati quando gli agenti israeliani falangisti invasero i due campi di Beirut nel settembre 1982. Israele cercò di scaricare la colpa sui falangisti. “I goyim uccidono i goim e arrivano ad incolpare gli ebrei”, si lamentò il primo ministro israeliano Menahim Begin. In effetti, Israele diresse l’intera operazione. La punizione messa a punto dalla commissione d’inchiesta di Kahan fu irrisoria. Ariel Sharon, il “ministro della difesa” israeliano fu degradato, ma rimase al governo dopo che Begin rifiutò di licenziarlo. Nonostante la sua complicità, Begin non fu punito e nessuno dei politici che accettò che i campi venissero “ripuliti”. L’opinione mondiale fu indignata, ma nemmeno questo spaventoso evento bastò a fare rendere conto ad Israele. Continua a leggere

Pubblicato in Israele, Palestina | Lascia un commento